Una delle maggiori problematicità che rende vulnerabile la famiglia  è l’esordio di una malattia grave di un congiunto. Questo avviene soprattutto nei casi di tumore in cui il percorso di cure e di riabilitazione spesso è lungo e difficoltoso, e invade tutti i campi della vita del malato. Tutto questo lungo percorso di assistenza oltre a richiedere un oneroso coinvolgimento economico spinge i familiari ad un coinvolgimento emotivo.

Tutta la famiglia assieme al paziente viene investita dall’evento e dalla patologia che spesso viene definita come “malattia familiare” e crea notevoli cambiamenti organizzativi modificando compiti e strategie d’intervento.